Unesco Associated School

Print Friendly, PDF & Email

 

A.S.2018-2019

Il nostro Istituto ha realizzato, nella scuola secondaria di 1° grado, tre differenti progetti aventi come filo conduttore l’educazione alla cittadinanza attiva, declinata in contesti diversi.

Il primo progetto dal titolo UN VIAGGIO NELLA LEGALITA’: lotta contro la corruzione e le mafie”, ha promosso lo sviluppo di competenze di Cittadinanza attiva dei ragazzi, secondo i principi della Costituzione, della legalità e della cultura per favorire lo sviluppo integrale ed armonico della persona. Inoltre, legato al progetto, il potenziamento della competenza di lettura attraverso la realizzazione e l’attivazione della biblioteca scolastica della legalità. Sono state coinvolte tutte le seconde classi della Scuola secondaria di I grado.

Ogni consiglio di classe ha strutturato il percorso in relazione al piano didattico già programmato per l’anno scolastico ed in collegamento con le proposte degli Enti Territoriali. Attraverso la redazione di elaborati e l’incontro con esperti di “Libera, Associazioni, nomi e numeri contro le mafie” (sezione di Fermo); attività laboratoriali; lettura del libro comune sul tema delle mafie e della legalità dal titolo “Grande” e relativo incontro con l’autore; l’uscita didattica presso la Fattoria della legalità Isola del Piano (PU) con biblioteca della legalità; l’incontro con Otello Lupacchini, Procuratore Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Catanzaro hanno contribuito a concretizzare questo lungo viaggio nella legalità.

Il secondo progetto dal titolo “DAL BOSCO AL BORGO …..AL MARE” volto a sviluppare nei ragazzi la consapevolezza dei beni presenti nel territorio e la loro capacità di saperlo valorizzare anche in prospettiva imprenditoriale, è stato realizzato coinvolgendo le classi I F, II F, III F (Scuola secondaria di I grado – Plesso Torre di Palme) in attività, a classi aperte, in verticale.

Gli alunni sono stati formati per poi essere a loro volta formatori per altre classi e gruppi di visitatori per le attività di visite guidate e laboratori. Il progetto, non a caso, prende il nome di “Di borgo in bosco…al mare”, in riferimento alle realtà caratterizzanti: l’ambito scientifico-ambientale con il Bosco del Cugnolo e l’ambiente marino del Mare Adriatico e l’ambito storico artistico con il borgo di Torre di Palme con i suoi luoghi caratteristici. Attraverso le visite guidate ai siti di interesse ambientale; i laboratori ludico didattici in ambito naturalistico; l’allestimento di un’aula verde con criteri ecologici; la realizzazione di un plastico con le vie del borgo; la produzione di un depliant relativo alla flora e fauna del bosco; le visite guidate a siti di interesse storico-artistico del borgo; le riproduzioni di elementi storico-artistici dei Piceni; la produzione di un depliant plurilingue (inglese/spagnolo/francese) relativo alle bellezze del territorio, hanno valorizzato la riscoperta dei beni del territorio nel loro valore artistico e ambientale come realtà che portano al benessere e al gusto estetico all’interno di un percorso di consapevolezza civica.

Il terzo progetto, dal titolo “OLTRE IL MURO” PROGETTO SPRAR ha costruito percorsi di incontro e laboratori esperienziali tra i richiedenti asilo/rifugiati ospitati nei progetti e studenti/insegnanti del nostro Istituto. Ha favorito una conoscenza diretta per demolire gli stereotipi, attraverso l’incontro reale con le persone e lo scambio di cultura: sono state le similitudini del sentire, gli echi degli incontri che hanno fatto vedere nell’altro noi stessi. Tale progetto ha creato luoghi ed ambienti favorevoli all’incontro/confronto con le altre culture e ha promosso l’accoglienza e l’educazione interculturale. Sono state coinvolte tutte le seconde classi della Scuola secondaria di I grado facendo, poi, confluire il lavoro in un prodotto finale realizzato dalla classe 3D (già coinvolta lo scorso anno) per avere una ricaduta più ampia e una fruibilità da una platea più vasta. Attraverso la raccolta e l’elaborazione di documenti (racconti, foto, cartoline, filmati, canzoni etc.) il progetto si è sviluppato in 4 focus: la partenza (affetti abbandonati, famiglie separate, legami strappati); il viaggio (quale situazione lascio dietro e cosa spero di trovare davanti); la lingua ; un nuovo porto dove approdare. Il materiale prodotto è stato montato in un video di circa 10 minuti che, a fine anno scolastico, è stato presentato alla cittadinanza.

 


A.S.2016-2017

Il nostro Istituto nell’a.s. 2016-2017 ha realizzato tre differenti progetti aventi come sfondo integratore l’educazione alla cittadinanza attiva, declinata in ambiti diversi.

Il primo, relativo all’educazione e alla formazione del cittadino, nonché allo sviluppo armonico della persona anche in relazione al suo ruolo sociale, è mutuato dalla Camera dei Deputati e prende il nome di “Parlawiki – Le parole della democrazia”. Sono state coinvolte tre classi 5^ della scuola primaria e una classe 3^ della scuola secondaria di 1° grado.

5^A  Molini – Democrazia è … libertà e partecipazione

5^A Ponte Ete – La Costituzione Italiana

5^A S.Claudio – Costituzione

3G  – La Convivenza Civile

Nonostante l’impianto comune, ogni team docente ha deciso di strutturare un percorso proprio anche in relazione al piano didattico già programmato per l’anno scolastico o in collegamento con le proposte degli Enti Territoriali.

Il secondo, volto a sviluppare nei ragazzi la consapevolezza dei beni presenti nel territorio e la loro capacità di saperlo valorizzare anche in prospettiva imprenditoriale, è stato effettuato in attività a classi aperte in verticale, coinvolgendo le classi 1^ e 2^ della scuola secondaria di 1° grado di Torre di Palme. Il progetto, non a caso, prende il nome diDi borgo in bosco, in riferimento alle due realtà caratterizzanti, il Bosco del Cugnolo e il Borgo stesso.

Il terzo “Oltre il confine, riferito all’educazione interculturale, mira a sviluppare la capacità di confronto tra culture “diverse” in un’ottica di arricchimento. Il progetto, portato avanti in collaborazione con esperti esterni e rifugiati nell’ambito del progetto SPRAR, è stato effettuato da nove classi (dalla 1^ alla 5^) della scuola primaria e sette classi 3^ della scuola secondaria di 1° grado. Sono state utilizzate modalità differenti: attività manuali, racconti di storie ed esecuzione di canti tradizionali, tutoraggio linguistico.