I 15 incontri di attività teatrali guidate da Oberdan Cesanelli, hanno condotto gli studenti della Leonardo allo spettacolo che avrà luogo lunedì 7 febbraio alle ore 19:00 presso il teatro di Capodarco.
Questa forma d’arte collettiva ha rappresentato per i ragazzi un luogo di espressione dei loro più urgenti bisogni comunicativi, bisogni a cui la società contemporanea, in crisi di certezze e aspettative, spesso non riesce a dare il giusto rilievo.
Esaminiamo dunque i perché del successo di questa iniziativa.
In primo luogo fare teatro ha significato lavorare in gruppo, aprire tutti i canali per ascoltare se stessi e gli altri, concentrarsi insieme verso un obiettivo comune e stimolante: lo spettacolo.
Inoltre ha aperto e rese fruibili una vasta gamma di possibilità espressive, attraverso le quali esternare il proprio mondo emozionale in uno spazio protetto, dove l’errore può essere accolto e non censurato.
Rendere i ragazzi protagonisti, soggetti attivi e partecipi alla realizzazione di un progetto condiviso ha accresciuto la loro autonomia, ha mantenuto alta la motivazione, stimolato la ricerca e l’auto-apprendimento. Vista la validità di questo progetto, il Pon non terminerà con lo spettacolo dell’Allegra Compagnia, ma andrà avanti fino a fine maggio, ancora sotto la supervisione di Oberdan Cesanelli e della tutor Sabrina Ripa.

Call Now Button