Dopo l’introduzione del digitale e l’adeguamento della didattica ai nuovi stili di apprendimento degli alunni del terzo millennio, è in arrivo alla scuola dell’infanzia di Salvano un’altra novità: a partire dal prossimo mercoledì 26 febbraio e con cadenza settimanale fino alla metà del mese di giugno, si attiverà il Progetto “Mus-E”, indirizzato alla verifica della condizione di maturazione del percorso di accesso alla Scuola Primaria ed all’eventuale emersione precoce di spunti di criticità nel processo di apprendimento.

Il tutto si inquadra nel più generale Progetto di Istituto che per il corrente anno si ordina entro l’ambito del “Ben-essere a scuola”.

“Si proporrà un percorso laboratoriale di esplorazione, conoscenza e valorizzazione delle caratteristiche di ogni partecipante, attraverso esperienze plurisensoriali, corporee ed artistiche. Un ruolo di primaria importanza verrà attribuito al contatto con i suoni e la musica, per favorire il benessere individuale e collettivo”.

Le esperienze artistiche ed espressive rendono il bambino attivo in un percorso di apprendimento mirato alla conoscenza di se stesso, degli altri, dei linguaggi e della realtà.

L’approccio all’arte è una risposta efficace della scuola consapevole della ricchezza e complessità del vissuto degli alunni, diversi negli stili di pensiero, nelle dinamiche relazionali, nelle esperienze familiari, sociali e culturali. Una scuola dunque, che si impegna ogni giorno ad essere una comunità inclusiva e attenta, capace di dialogo e tesa allo sviluppo del senso di cittadinanza.

L’introduzione dell’arte alla scuola dell’infanzia  permette ai bambini di conquistare, attraverso le esperienze dirette, le competenze proprie di questa fascia di età.

“Credo in una scuola che non solo insegna ai bambini ciò che sappiamo sul mondo, ma insegna anche a pensare alle possibilità”. Jerome Bruner

Call Now Button